Magnets and miracles di Jacopo Caneva

  • Published in Press

Solitudine e nostalgia nei testi dei Pink Floyd

L'associazione culturale Floydseum presenta un evento culturale per tutti gli appassionati e dà appuntamento ill 31 gennaio 2015 presso Fondazione Collegio Marconi, Sala Delle Colonne, Portogruaro dalle ore 17.00 alle ore 18.30.

  • 17.00-17.30 Presentazione del libro “Magnets and Miracles. Solitudine e nostalgia nei testi dei Pink Floyd" di Jacopo Caneva; Moderatori: Sergio Amurri e Stefano Montello (scrittore, musicista, fondatore del gruppo FLK).
  • 17.30-18.00 Break musicale Floydiano a cura della band "DIFFERENT TUNES".
  • 18.00-18.30 Presentazione del libro "The Night Of Wonders, Pink Floyd a Venezia – 15 luglio 1989, Luci, suoni e memorie" dell'Associazione Culturale Floydseum; Moderatore: Giovanni Mulato (Presidente Fondazione Musicale Santa Cecilia).

"Magnets and Miracles" è un libro scritto dal giovane e talentuoso autore Jacopo Caneva che propone una breve, ma approfondita analisi di tali concetti nei testi dei Pink Floyd, da The Dark Side of the Moon a The Wall. Il punto in comune tra liriche così diverse è il ricordo di Syd Barrett. Un omaggio alla leggendaria band inglese per celebrare l’uscita del nuovo album, "The Endless River".

Jacopo Caneva, nato a Latisana (UD) il 29 giugno 1998 e residente a Portogruaro (VE), frequenta il terzo anno del liceo classico “XXV Aprile” della sua città. Studia arpa, armonia, composizione e lettura della partitura. I suoi registi preferiti sono Tim Burton, Hayao Miyazaki e Takeshi Kitano; ama la musica di Modest Mussorskij, Danny Elfman, Claude Debussy e Joe Hisaishi e legge con passione Haruki Murakami e Lewis Carroll. Da grande vuole fare il regista.

il suo libro è acquistabile online 

Read more...

The Night of Wonders diventa un libro!

  • Published in Press

Associazione Culturale Floydseum pubblica il primo libro "The Night Of Wonders", Luci, Suoni e Memorie

 

La spettacolare mostra "The Night Of Wonders" allestita da luglio ad ottobre 2014 nella suggestiva ex-chiesa di Santa Marta a Venezia, attualmente a Portogruaro presso la Fondazione Collegio Marconi, e prossimamente in giro per l’Italia, è diventata un libro!

Il progetto "The Night Of Wonders“, realizzato dall'Associazione Culturale Floydseum, costituita da alcuni tra i più grandi collezionisti al mondo della band, è ora anche un libro, frutto di un lungo e prezioso lavoro di ricerca e selezione di foto e di testimonianze scritte, raccolte in oltre due anni di ricerca, e qui sapientemente armonizzate all'interno di un racconto visivo e scritto che consente di rivivere le emozioni di quel famoso 15 luglio 1989, quando oltre 300.000 persone giunsero a Venezia per vedere ed ascoltare i Pink Floyd suonare su di un palco galleggiante posto nel bacino di San Marco.

Un'affascinante carrellata di meravigliose foto messe a disposizione da alcuni dei più noti fotografi italiani della musica rock; Guido Harari, Andrea Pattaro, Marco Sabadin, Alcide Boaretto, Fran Tomasi e Bob Hassall.

Ma non solo, le testimonianze scritte di quell'incredibile giornata nei ricordi dei componenti della band, delle coriste Durga e Lorely Mc Broom, degli addetti ai lavori e dei semplici fan che hanno intensamente vissuto quella memorabile giornata. Un documento unico di altissimo valore storico e culturale che testimonia una pagina del '900 che rimarrà nella storia della musica e dello spettacolo, oltre che nella millenaria storia di Venezia. L'elegante formato e la grafica professionale ne fanno il perfetto regalo per ogni appassionato della band rosa e non solo, anche per tutti coloro che amano la musica, la fotografia e la città lagunare!

Nelle migliori librerie a partire dal 17 gennaio 2015, oppure ordinabile subito scrivendo a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Read more...

Louder than words

Il nuovo album dei Pink Floyd, "The Endless River", è quasi completamente strumentale, la voce di Gilmour appare nel brano di chiusura "Louder Than Words", una riflessione su 50 anni del gruppo scritta dalla moglie di David Gilmour, Polly Sampson.

Read more...

The Endless...Floydseum!

  • Published in Press

Torna ‘The Night Of Wonders’ con un nuovo progetto,‘Pink in Porto’ a Portogruaro

 

In concomitanza con l’uscita del nuovo attesissimo disco dei Pink Floyd "The Endless River", l’Associazione Culturale Floydseum è riuscita a rendere "infinita" anche l’esperienza della mostra "The Night of Wonders".

Il coro unanime di entusiastiche critiche e recensioni (RAI TV, RadioVeneto1, Il Corriere della Sera, La Repubblica per citarne alcune) ha portato al contatto con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Portogruaro, ispirando qualcosa di ancora più ampio di una mostra, un vero e proprio viaggio senza limiti. Si intitolerà "PINK in Porto" la nuova incredibile rassegna culturale di mostre ed eventi dedicati alla musica e all'arte dei Pink Floyd che si terrà nello splendido contesto della Città di Portogruaro da fine novembre 2014 ad inizio primavera 2015.

Ed è qui che "The Night of Wonders" troverà la sua nuova dimensione dal 29 novembre 2014 al 31 gennaio 2015, presso la Sala delle Colonne della prestigiosa Fondazione Collegio Marconi, Via Seminario 34, Portogruaro.

Dopo la "vetrina" Veneziana durata dal 12 luglio al 26 ottobre scorsi, in occasione del 25° anniversario del concerto dei Pink Floyd a Venezia, sarà quindi la splendida città di Portogruaro a diventare la nuova destinazione della mostra, consentendo a tutti gli appassionati della band inglese di rivivere le emozioni di quell'indimenticabile 15 luglio 1989 rimasto nella storia della musica, dello spettacolo e della città di Venezia.

La mostra, composta con gli scatti del bellissimo concerto in laguna sapientemente realizzati da alcuni tra i più noti fotografi della musica rock (Guido Harari, Andrea Pattaro, Marco Sabadin, Alcide Boaretto), riproporrà quanto già visto a Venezia con l’integrazione di nuove foto nel frattempo emerse dall'oblio. Molte le forze scese in campo per realizzare questa rassegna: il Comune di Portogruaro, la Fondazione Musicale Santa Cecilia, la Fondazione Collegio Marconi, l’Associazione Culturale di Portogruaro "Il Portico", l'Associazione Musicale Woodstock Music Village, l'Associazione Culturale Cinemazero di Pordenone, Arte Bejaflor e l’Associazione Culturale Floydseum, tutte legate tra loro dalla grande passione per la cultura e per la musica.

Al momento non si vuole svelare la "Dark side" di questo ambizioso progetto, ma ne potrete sapere di più partecipando all'inaugurazione della mostra "The Night Of Wonders" in programma il 29 novembre 2014 alle ore 12 presso la Fondazione Collegio Marconi, Sala delle Colonne a Portogruaro.

Read more...

Pink Floyd the Wall

  • Published in Press

Save the Date! Floydseum Film Festival

 

7 settembre 2014

 

Pink Floyd The Wall è un film di Alan Parker uscito nel 1982, trasposizione cinematografica del concept album “The Wall”, realizzato nel 1979 dai Pink Floyd. Il film, terza fase del progetto ideato da Roger Waters, è basato sull'album anziché viceversa, e ne rappresenta in effetti la "colonna visiva".

La storia permette almeno tre livelli di lettura:

  • uno autobiografico (la morte in guerra del padre di Roger, Eric Fletcher Waters, i problemi dell'educazione scolastica nel periodo delle rivolte studentesche)
  • uno di osservazione e critica sociale (l'incomunicabilità nei rapporti di coppia, la rockstar onnipotente)
  • uno che rappresenta l'evoluzione della follia del protagonista, nel quale si intravede un riferimento a Syd Barrett, sebbene le esperienze di vita e artistiche del bassista ne rappresentano la vera anima.

Inizialmente, furono in quattro a iniziare la messa in opera del progetto: oltre a Waters, il disegnatore Gerald Scarfe, il regista Michael Seresin e il produttore Alan Parker. Scarfe, collaborerà con i disegni animati di molte sequenze del film, le stesse che venivano anche proiettate sul muro.

Il film è stato presentato fuori concorso al 35º Festival di Cannes.

Read more...

Stamping Ground

  • Published in Press

Save the Date! Floydseum Film Festival

 

6 settembre 2014

 

Tra i più importanti festival rock tenuti nell'Europa continentale, l'Holland Pop Festival (denominato anche Stamping Ground Festival) tra il 26 e il 28 giugno del 1970 radunò nei pressi di Rotterdam parecchie migliaia di giovani, grazie anche alla proposta di un cast di notevole interesse.

Il festival si svolse in contemporanea con l'imponente Festival di Bath e gli organizzatori olandesi pensarono di accordarsi con quelli inglesi al fine di dare la possibilità a numerosi gruppi di esibirsi in entrambe le rassegne.

I Pink Floyd, ad esempio, suonarono un importante concerto al Festival di Bath il 27 giugno, nel corso del quale presentarono la nuova suite di “Atom Heart Mother” accompagnati da una folta sezione di fiati e da un coro; il giorno dopo il gruppo replicò l'esibizione all'Holland Pop Festival, senza però fiati, coro e light show.

Oltre ai Pink Floyd il cast prevedeva Byrds, Caravan, Third Ear Band, Tyrannosaurus Rex, Jefferson Airplane, Renaissance, Santana, Soft Machine, Dr. John, Fairport Convention, It's A Beautiful Day, Canned Heat, Pentangle, Quintessence, East Of Eden, Family, Country Joe, Flock e jazzisti quali John Surman e Art Ensemble Of Chicago. L'avvenimento fu documentato con la realizzazione di un film diretto da Jason Pohland e George Sluizer.

Read more...

Pink Floyd Pulse

  • Published in Press

Save the Date! Floydseum Film Festival

30 agosto 2014

 

Pulse è un album dal vivo dei Pink Floyd registrato nella tournée del 1994. Originariamente uscito nel 1995, l'album è stato ripubblicato nel dicembre 2005 in formato DVD. Negli Stati Uniti l'album ha ricevuto il doppio disco di platino per le vendite in formato tradizionale, ai quali si aggiungono 8 dischi di platino ricevuti per le vendite in formato video. L'album riproduce il programma del tour che ha seguito la pubblicazione dell'album “The Division Bell”. La tournée culmina con il concerto all'Earls Court di Londra: l'evento fu seguito in diretta da milioni di spettatori nel mondo ed è la principale fonte cui attinge il video.

Read more...

Zabriskie Point

  • Published in Press

Save the Date! Floydseum Film Festival

31 agosto 2014

 

Zabriskie Point è un film del 1970 diretto da Michelangelo Antonioni. Questa celebre colonna sonora era stata originariamente commissionata da Antonioni ai soli Pink Floyd ma, a seguito della persistente insoddisfazione del regista per il materiale proposto, essa finì per comprendere, oltre a tre brani del gruppo inglese, un estratto della celebre “Dark Star” dei Grateful Dead, brani composti per l'occasione da Jerry García (essenzialmente delle improvvisazioni eseguite con l'altro chitarrista dei Grateful Dead, Bob Weir, suonando in tempo reale di fronte alle immagini proiettate), la canzone “You Got the Silver” dei Rolling Stones, il brano “Dance of Death” di John Fahey, due brani dei Kaleidoscope e altre due canzoni, interpretate rispettivamente da Patty Page e Roscoe Holcomb Memorabile il commento musicale alla scena dell'esplosione della villa nel deserto, che i Pink Floyd accompagnarono con un rifacimento della già edita “Careful with That Axe, Eugene” reintitolata per l'occasione “Come In #51, Your Time Is Up”.

La sequenza finale è commentata infine dalla canzone “So Young” di Roy Orbison.

Curiosità: Fra i molti brani proposti per l'occasione dai Pink Floyd ma scartati da Antonioni, vi era un tema di pianoforte scritto dal tastierista Richard Wright: il tema (in quel momento intitolato “The violent sequenze”) fu in seguito riutilizzato dal gruppo nel 1973, divenendo la canzone “Us and Them”, inclusa per ironia della sorte sull'album più venduto della loro storia “The Dark Side of the Moon”.

 

Durata: 110 min

Genere: drammatico

Regia: Michelangelo Antonioni

Soggetto: Michelangelo Antonioni

Sceneggiatura: Michelangelo Antonioni, Tonino Guerra, Sam Shepard, Clare Peploe, Fred Gardner

Produzione: Carlo Ponti

Musiche: Pink Floyd, Jerry García

Sceneggiatura: Dean Tavoularis

Read more...
Subscribe to this RSS feed