More

  • Published in Press

Save the Date! Floydseum Film Festival

Sabato 23 Agosto 2014

Floydseum invita tutti a vedere "More" presso ex chiesa Santa Marta, sede di The Night of Wonders. Il film risale al 1969 e racconta di una intensa e tormentata storia d'amore tra due giovani nell'Ibiza dell'epoca, allora meta abituale di soggiorni a scopo psichedelico. Un affresco onirico e drammatico di un viaggio senza regole nel mondo della droga, con inevitabile epilogo tragico. La pellicola è interamente accompagnata dalla colonna sonora dei Pink Floyd, commissionata dallo stesso regista e pubblicata nell'album Soundtrack from the Film More, presente nella discografia ufficiale della band. È stato presentato in una proiezione speciale della Settimana Internazionale della Critica al Festival di Cannes 2002.

  • Durata: 116 min
  • Colore: colore
  • Genere: drammatico
  • Regia: Barbet Schroeder
  • Sceneggiatura: Barbet Schroeder, Paul Gegauff
  • Casa di produzione: Les Films du Losange
  • Fotografia: Nestor Almendros, Fran Lewis
  • Montaggio: Denise De Casabianca, Rita Roland
  • Musiche: Pink Floyd
  • :Interpreti e personaggi: Klaus Grunberg: Stefan, Mimsy Farmer: Estelle, Heinz Engelmann: Wolf, Georges Montant: Sellers, Louise Wink: Cathy, Michel Chanderli: Charlie, Henry Wolf: Wolf
Read more...

Crystal Voyager

  • Published in Press

Save the Date! Floydseum Film Festival

Domenica 17 Agosto 2014

Floydseum invita tutti a vedere "Crystal Voyager" presso ex chiesa Santa Marta, sede di The Night of Wonders. Un film a colori del 1975, la prima parte è incentrata sulle attività di tre surfisti (interpretati da loro stessi) sulla voce narrante di George Greenough. La seconda parte del film si basa completamente sulle riprese di una telecamera montata su una tavola da surf. Il sottofondo musicale per questa parte è composto interamente da Echoes dei Pink Floyd.

Dettagli:

  • Durata: 78 minuti
  • Colore: Colore
  • Genere: Documentario
  • Regia: David Elfick
  • Soggetto: George Greenough
  • Sceneggiatura: George Greenough
  • Musica: Pink Floyd
  • Interpreti: George Greenough (se stesso), Ritchie West (se stesso), Nat Young (se stesso)
Read more...

Remember that night

  • Published in Press

Save the Date! Floydseum Film Festival

Sabato 16 Agosto 2014

Floydseum invita tutti a vedere "Remeber that night" presso ex chiesa Santa Marta, sede di The Night of Wonders. La registrazione del concerto di David Gilmour live in London, maggio 2006 tenutosi al Royal Albert Hall di Londra, registrato durante il suo tour “On an Island”. La scaletta del concerto mescola i brani del nuovo album solista di Gilmour con vecchi brani dei Pink Floyd.

Le canzoni:

  • Speak to Me
  • Breathe
  • Time
  • Breathe (Reprise)
  • Castellorizon
  • On an Island (con David Crosby e Graham Nash)
  • The Blue (con David Crosby e Graham Nash)
  • Red Sky at Night
  • This Heaven
  • Then I Close My Eyes (con Robert Wyatt)
  • Smile
  • Take a Breath
  • A Pocketful of Stones
  • Where We Start
  • Shine On You Crazy Diamond
  • Pts. 1-5 (con David Crosby e Graham Nash)
  • Fat Old Sun
  • Coming Back to Life
  • High Hopes
  • Echoes
  • Wish You Were Here
  • Find the Cost of Freedom (con David Crosby e Graham Nash)
  • Arnold Layne (con David Bowie)
  • Comfortably Numb (con David Bowie)
Read more...

La Vallee (oscurato dalle nuvole)

  • Published in Press

Save the Date! Floydseum Film Festival

Domenica 10 agosto 2014

La Vallée è un film del 1972 prodotto e diretto da Barbet Schroeder. Non fu mai distribuito nelle sale italiane, né doppiato in italiano. La colonna sonora è opera dei Pink Floyd, la cui musica tuttavia ha una presenza fugace nel corso dell'intero film.

I brani scritti dai Pink Floyd appositamente per la colonna sonora sono stati poi raccolti nel loro album “Obscured by Clouds” il cui titolo allude ovviamente alla trama del film.

Durata: 114 minuti

Colore: Colore

Genere: drammatico

Regia: Barbet Schroeder

Sceneggiatura: Barbet Schroeder, Paul Gégauff Produttore Michel Chanderly, Stéphane Tchagadjieff

Casa di produzione: Les Films du Losange, SNC

Fotografia: Nestor Almendros

Musiche: Pink Floyd

Interpreti e personaggi: Bulle Ogier, Valèrie Lagrange, Jean-Pierre Kalfon, Michael Gothard, Monique Giraudy, Jérome Beauvalert, la tribù Mapuga

Read more...

The Wall Live in Berlino

  • Published in Press

Save the Date! Floydseum Film Festival

Concerto di Roger Waters live in Berlino 21 luglio 1990

Sabato 9 agosto, all'interno della mostra The Night of Wonders ex chiesa Santa Marta andrà in onda Il film-concerto che contiene la registrazione dal vivo dell'Opera rock dei Pink Floyd “The Wall”, eseguita a Berlino, Germania, il 21 luglio 1990, per celebrare la caduta del Muro di Berlino. Il pubblico previsto all'inizio in Potsdamer Platz era di 250.000 persone, anche se prima dello spettacolo la cifra salirà fino a circa 350.000 spettatori. Gli altri componenti dei Pink Floyd non accettarono di esibirsi quindi Waters formò una band molto eterogenea composta da artisti diversi quasi per ogni canzone eseguita.

Vennero coinvolti nel progetto Bryan Adams, The Band, Paul Carrack, Thomas Dolby, James Galway, Jerry Hall, The Hooters, Cyndi Lauper, Ute Lemper, Joni Mitchell, Paddy Moloney, Van Morrison, Sinead O'Connor, Scorpions. Oltre all’esecuzione integrale di “The Wall”, dopo il crollo del muro al termine di “The Trial”, viene eseguita la canzone “The Tide is Turnig”, incisa da Waters per il suo albun solista “Radio K.A.O.S”.

Il concerto è stato trasmesso in diretta per due ore in 52 paesi diversi.

Read more...

Una mostra riporta i Pink Floyd a Venezia

  • Published in Press

Sono in molti a ricordarsi di quella notte. La notte famosissima del 15 luglio 1989 in cui Venezia si apprestava ad accogliere un avvenimento decisamente fuori del comune. Il concerto dei Pink Floyd su una piattaforma galleggiante sulla laguna, proprio di fronte alla piazza.

Giunsero da tutto il mondo per assistere a questa eccezionale performance nella città d’arte più romantica, che in quella calda sera d’estate aveva rivestito i panni di capitale del pianeta rock. E i ricordi della magia di questo momento musicale e visivo (accentuato dai fuochi d’artificio) si mescolano a quelli più prosaici della «disfatta» delle Serenissima davanti ai battaglioni di visitatori non sempre educati al rispetto di luoghi di storia e di cultura, notoriamente più fragili, come Venezia (e comunque poco agevolati nel poterlo fare in quell’occasione).

Venticinque anni dopo, i riflettori sono nuovamente puntati su questo avvenimento. Non si tratta di riaprire la discussione, di far riemergere nostalgia o rancori, piuttosto di osservare più da vicino cosa accadde in quei giorni: come il concerto fu preparato, con mezzi straordinari adattati all’eccezionalità dell’avvenimento, la folla assiepata davanti al bacino, la foresta di gondole, lo sguardo di Gilmour, Mason e Wright su questa scenografia quasi disneyana, l’emozione dei musicisti.

Il tutto attraverso un corredo fotografico ricchissimo, al quale si aggiungono documenti, articoli, testimonianze raccolti dall’associazione culturale Floydseum – fondata da Alberto Durgante, Gianluigi Soldi e Marco Bonecher – per la mostra «The Night of Wonders» aperta il 12 luglio nell’ex chiesa gotico-romana di Santa Marta e visitabile durante tutta l’estate, fino al 26 ottobre. Qualche giorno prima, il 9 luglio, alle 18, quest’appuntamento è stato presentato nelle Sale Apollinee del teatro La Fenice con la partecipazione di un ospite speciale.

Per la notizia completa, clicca qui.

Read more...

Pink Floyd, 25 anni dal concerto di Venezia

  • Published in Press

Non un'esperienza felice per la Serenissima, ma sicuramente un grande evento che si aggiunge ai tanti momenti significativi della carriera del gruppo

Nel 1983 esce The Final Cut. Poi due anni dopo Roger Waters abbandona ufficialmente la band. Di fatto i Pink Floyd si concedono una lunga pausa, prima di tornare nel 1987 con A Momentary Lapse Of Reason. Dopo la pubblicazione di tale album inizia per la band un lunghissimo tour sino all'estate dell'89. La data, però, che nessuno si sarebbe mai aspettato è quella del 15 luglio 1989 a Venezia, sul Canal Grande, su una piattaforma ormeggiata davanti a Piazza San Marco. Il live è in versione ridotta per questioni organizzative e per esigenze televisive. I Pink Floyd suonano infatti per 90 minuti dinanzi a 200mila persone giunte presso la location unica, creata apposta per l'occasione. I Paesi collegati con l'evento sono più di venti, 100 milioni sono gli spettatori stimati.

Salgono sul palco David Gilmour (chitarre e voce) Richard Wright (tastiere e voce) Nick Mason (batteria e percussioni) Jon Carin (tastiere, sintetizzatore e voce) Tim Renwick (chitarre) Guy Pratt (basso e voce) Scott Page (sax) Gary Wallis (percussioni) Rachel Fury (cori) Durga McBroom (cori) e Lorelei McBroom (cori).

Leggi la notizia qui.

Read more...

Il mitico concerto dei Pink Floyd a Venezia rivive in una mostra

  • Published in Press

The Night Of Wonders celebra il 25° dell'evento con foto e documenti

(intervista con Alberto Durgante, presidente dell'Associazione Culturale, presso Radio Veneto Uno)

Rivivere il famoso concerto dei Pink Floyd a Venezia del 1989 in una mostra. Ne abbiamo parlato a Buongiorno Veneto Uno con il presidente dell'associazione Floydseum, Alberto Durgante, che l'ha pensata e realizzata a Venezia nell'ex Chiesa di Santa Marta e che andremo adesso a presentare.

Una bellissima giornata di sole ha accolto, lo scorso sabato 12 luglio, l’inaugurazione della mostra “The Night Of Wonders”, nuovo ambizioso progetto dell’Associazione Culturale Floydseum che intende ripetere il successo di “Outside The Wall”, rassegna di mostra ed eventi andata in onda lo scorso luglio a Padova in concomitanza con il concerto di Roger Waters allo stadio Euganeo.

Questa volta il tema guida è la celebrazione del 25° anniversario del famoso concerto tenuto dai Pink Floyd su di una chiatta galleggiante posta di fronte a San Marco, il 15 luglio del 1989. Dopo il lussuoso prologo di mercoledì 9 luglio presso la Sala Apollinea grande del Teatro La Fenice, dove è stato presentato il “The making of Ca ira”, opera di Roger Waters, alla presenza del registra Adrian Maben, dal 12 luglio al 26 ottobre rimane aperta la mostra “The Night Of Wonders”, presso lo Spazio Porto, ex chiesa di Santa Marta, capannone 34.

La zona, fuori dagli abituali flussi turistici, si trova di fatto al di la dello scalo delle grandi navi da crociera, che si possono vedere arrivare e partire dalla banchina posta di fronte all’ingresso della mostra. E’ curioso ricordare (quando si dicono le coincidenze) come, metro più metro meno, fu proprio qui che venne costruito il palco galleggiante usato nel concerto del 1989, prima di essere trasportato in piazza San Marco. La zona dell’Autorità Portuale di Venezia è molto affascinante, ricca di un’archeologia industriale che ricorda molti dei tipici temi ed ambienti floydiani, “Wish You Were Here” su tutti, ed è raggiungibile dalle fermate del vaporetto di Santa Marta (sbarcati girare a destra ed andare sempre dritti), e di San Basilio (sbarcati girare a sinistra ed andare sempre dritti), dalla camminata delle zattere o da Piazzale Roma percorrendo la strada che costeggia l’edificio di arrivo del people mover.

La mostra si trova all’interno dell’ex chiesa gotico-romana di Santa Marta, classico esempio di come una volta si sapeva usare con sapienza la pietra per creare ambienti semplici ma accoglienti; sul sagrato, ad accogliere i numerosi visitatori, sabato c’era un maiale gonfiabile (indovinate di che colore?) alto 3 metri e lungo 6, al quale nessuno ha saputo resistere nell’avvicinarsi per scattare la foto ricordo nell’attesa dell’apertura della mostra prevista per le ore 12.

Con leggero ritardo per l’attesa dell’ospite d’onore, i componenti del Floydseum (Alberto Durgante il presidente, Gianluigi Soldi il vice-presidente, Marco Bonecher, Nicola De Cal, Luca Berta, Mattia Crespi, Stefano Tenca, Mauro Fagnani, soci illustri da tutto il mondo, Massimiliano Viezzi capo allestitore), hanno illustrato gli obiettivi dell’associazione che sono quelli "non solo di festeggiare i 25 anni dal concerto dei Pink Floyd ma anche e soprattutto di continuare a diffondere la cultura e l’arte dei Pink Floyd, un’arte che non è solo quella musicale per la quale sono universalmente noti ma anche quella dell’immagine (pensate alle splendide grafiche di Storm Thorgerson), della poesia (i meravigliosi testi, per lo più di Roger Waters) e dello spettacolo (il gruppo è sempre stato pioniere fin dagli anni ’70 nel voler coniugare sul palco musica ed effetti scenici sempre più complessi ed innovativi)”.

Per il taglio del nastro è stato chiamato “colui senza il quale oggi non ci sarebbe stato nulla da festeggiare” ovvero Fran Tomasi, promoter ed organizzatore, tra le altre cose, del concerto dei Pink Floyd a Venezia 1989; visibilmente emozionato per questo inaspettato grande tributo al suo capolavoro di 25 anni fa, Tomasi ha ringraziato il Floydseum ed ha dato appuntamento a tutti per la sua mostra “Pink Floyd exhibition, Their mortal remains” che si terrà a partire dal 19 settembre alla Fabbrica del Vapore di Milano.

Dopo il taglio del nastro ed un brindisi beneaugurante, tutto il pubblico convenuto ha potuto entrare ad ammirare la mostra; tra le varie persone convenute si sono notate Adrian Maben, regista del film “Pink Floyd at Pompeii” con la moglie Chantal, Stefano Bressani, autore delle particolarissime “sculture vestite”, Luigi Pedrazzi di Arteutopia, noto gallerista milanese amico del compianto Storm Thorgerson, Stefano Tarquini, alias Mr Pinky, uno dei più grandi collezionisti al mondo di vinili floydiani, autorità e personalità di spicco del mondo veneziano e molti fan di lunga data, amici e conoscenti.

Per leggere l'intera intervista, clicca qui.

Read more...
Subscribe to this RSS feed